Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Domenica, 08 Settembre 2019 11:26

[L'equilibrio è dentro di te e se hai la fortuna di vivere vicino al mare, è molto più facile raggiungerlo.]

Scritto da

Fortunatamente si parla sempre più spesso di "equilibrio psico-fisico".

Tutto ciò che si trova dentro di noi, tutto il nostro mondo interiore, influenza in modo decisivo la nostra vita ed anche il nostro stato di salute.

Per ogni stato d'animo, ogni emozione, ogni trauma, ogni nostra proiezione mentale negativa o positiva riguardo il nostro futuro, esiste una ripercussione sul corpo.

 

Ad esempio, noi come gli animali, tendiamo ad assumere atteggiamenti corporei che sono il diretto riflesso dei nostri atteggiamenti mentali.

Se ci sentiamo indifesi, tendiamo ad accoccolarci su noi stessi, se ci sentiamo più forti, alziamo il mento e allarghiamo all'indietro le spalle; se siamo in stato di allerta alziamo le spalle e così via...

A poco a poco gli atteggiamenti mentali si fissano sul corpo, mentre le tensioni muscolari finiscono inevitabilmente con l'influenzare lo stato psicologico.

Se qualcosa del nostro corpo non funziona, dobbiamo chiederci: "Perché?

Cosa mi vuole comunicare il mio corpo con la sua profonda saggezza?"

Madre natura ci ha dotato di una risposta automatica e infallibile a praticamente tutti i problemi, consideriamola un vero specchio di ciò che accade dentro di noi.

Nel corso degli anni, lavorando su me stessa e sulle mie clienti del centro estetico, sono arrivata alla convinzione che, prima di qualsiasi teorema di Pitagora o concetto teorico, dovremmo imparare a conoscere per quanto più possibile noi stessi, con le nostre emozioni, le nostre capacità e i nostri limiti.

Una consapevolezza di questo tipo rappresenta un grande passo verso un maggiore equilibrio interiore.

A dirla cosi sembra semplice, ma in realtà sappiamo bene che viviamo in una realtà che ci rende sempre più difficile le cose.

I ritmi frenetici delle nostre vite ci spingono ad avere sempre meno tempo per riservare attenzioni per noi stesse: accumuliamo stress senza riuscire a scaricarlo, passiamo ore a guardare lo schermo del cellulare alienandoci dal resto del mondo, ci immergiamo un mondo virtuale sempre più ricco di informazioni, immagini, video di qualunque tipo ma sempre più povero di concentrazione reale e fertile su noi stessi.

Ma come possiamo rimediare?

Per non sentirti oppressa dal milione di cosa quotidiane ti consiglio di fare una lista di tutto quello che devi sbrigare, depennando di volta in volta le cose già fatte.

Le liste possono essere personalizzate (lavoro, casa, ecc...) e divise in categorie come urgenti, quando è possibile, da non dimenticare.

Ricorda di farti aiutare!

Non può e non deve essere tutto sulle tue spalle!

Cura il tuo stile di vita

Dovremmo tutti prevedere un giusto equilibrio tra l'alimentazione, l'attività fisica, lo sforzo lavorativo sia fisico sia mentale, nonché un adeguato riposo, cercando di limitare le cause dello stress.

Se tutto ciò non è facilmente realizzabile nel quotidiano, non è detto che non possiamo provare a modificare lo stile di vita partendo da piccoli accorgimenti che, con il tempo, verrebbero recepiti come sane abitudini.

  1. Per prima cosa ricerca un sonno di qualità che rigeneri!

È importante dormire almeno 7 ore a notte ma soprattutto raggiungere uno stato di sonno profondo per riposarsi davvero e permettere al corpo di rigenerarsi.

Inizia creando un'abitudine serale.

È possibile iniziare a fare meditazione, bere una tisana rilassante, ascoltare della musica lenta e respirare profondamente per rilassare il corpo e la mente.

Prima di coricarsi è bene creare il buio in camera ed evitare di abusare di dispositivi elettronici come il cellulare per addormentarti.

  1. Fare un po' di movimento!

Fondamentale per restare in salute e in buona forma fisica è praticare attività fisica con regolarità.

  1. Rilassati con un massaggio!

Questa tecnica contribuisce a ristabilire l'equilibrio muscolare, aiuta a correggere la postura e migliorare il rapporto con il proprio corpo, attenuando così le tensioni emotive che vi sono collegate.

  1. Goditi il mare tutti i mesi dell’anno

Partiamo dal presupposto che noi qui a Santo Stefano siamo avvantaggiati.

Il fatto di avere il mare a due passi, ci porta una quantità di benefici che chi non vive sulla costa neppure si sogna.

Vivere vicino alle onde del mare può portare benefici sia al benessere fisico, sia mentale.

Le antiche civiltà che si affacciavano sul bacino del Mediterraneo conoscevano molto bene le virtù terapeutiche del mare che proteggeva, e protegge tuttora, dalle malattie.

Ma è solo da un secolo ad oggi che la scienza è riuscita a dimostrare come il contatto periodico con il mare sia utile per combattere numerosi disturbi legati allo stress (ansia e stanchezza su tutti), come riesca ad attivare la circolazione sanguigna e linfatica, a calmare le infiammazioni e a mantenere bella la pelle.

Il contatto con l’acqua del mare consente la dilatazione dei capillari e quindi il rilascio di elementi nutritivi verso gli strati profondi della pelle, stimolando il drenaggio e la rigenerazione dei tessuti.

Se nel 600 a.C. il nostro vicino di casa il filosofo Talete (era calabrese) affermava che all’origine dell’universo ci fosse l’acqua,  oggi alcuni studiosi parlano di una «connessione biologica all’acqua» che sollecita una risposta immediata nei nostri cervelli.

Secondo il biologo marino Wallace J. Nichols, stare a contatto con l’acqua ci rende più felici e rilassati.

Nichols sostiene infatti che l’acqua ci riporta al nostro stato naturale e al ricordo della nostra permanenza all’interno del liquido amniotico.

L’ambiente naturale favorisce quindi la concentrazione e aumenta il senso di calma.

Per godere dei benefici dell’acqua, inoltre, non serve per forza bagnarsi. Basta anche solo trovarsi in prossimità per sentirsi più rilassati.

Secondo lo studioso, è sufficiente infatti osservare un paesaggio marino. Tramite risonanza magnetica funzionale, gli scienziati hanno rilevato che guardare immagini di natura attiva le parti del nostro cervello legate ad un atteggiamento positivo.

Al contrario, alla vista di paesaggi cittadini ad attivarsi sono soprattutto le aree collegate allo stress. Tra tutti i paesaggi naturali, quelli marittimi risultano i migliori per il nostro cervello. Il paesaggio marino, dunque, ha l’effetto di una vera e propria medicina antistress: quando ci troviamo vicino all’acqua respiriamo meglio e l’organismo incamera ossigeno. Insomma, il mare come toccasana per corpo, mente e anima.

 

Letto 217 volte

Categorie

Ultimi Articoli

Social

Contatti

Via G. Leopardi, 9
98077 Santo Stefano di Camastra (ME)
Tel. 0921 33 72 65
Cell. 366 22 07 237
info@divamaris.it